Quirinarie e democrazia diretta

Si sono concluse ieri le quirinarie online che hanno visto indicata Milena Gabanelli come candidato alla Presidenza della Repubblica per il Movimento 5 stelle.

Personalmente non ritengo che Milena Gabanelli possa essere una persona adatta a ricoprire quella carica: secondo me il Presidente della Repubblica deve essere, oltre che una brava persona, anche preparata ad affrontare un simile incarico e non credo che lei lo sia.

Tuttavia la cosa che mi fa più riflettere non è tanto il nome del candidato, ma la modalità con cui è stato scelto. L’idea stessa delle quirinarie online mi sembra molto pericolosa. Lo dico perché ritengo che questa modalità, anziché aumentare la partecipazione alla vita democratica di un paese, la diminuisca: l’incontro tra cittadini viene sostituito dal semplice rispondi, l’assemblea diventa unforum, la discussione un topic, la formulazione di proposte un sondaggio con il risultato che una visione politica si trasforma, come abbiamo visto, in un’accozzaglia disomogenea di singole opinioni, alcune con più validità, altre particolarmente deleterie, sulle quali non c’è mai stato un vero confronto.

Secondo me la Politica è principalmente incontro e per farla non si può stare rintanati in casa, ma bisogna uscire, conoscere le persone con cui si dialoga, capire chi sono, raccontarsi e, se necessario, scontrarsi. La rete può essere un modo per rimanere in contatto, ma non potrà mai sostituire la bellezza di riunirsi e discutere, cercando di portare avanti la propria visione.

Scrollando la pagina o cliccando Accetto, accetti l'utilizzo dei cookies tecnici e di terze parti. Cosa intendi?

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies, cliccando su "Accetto" o scrollando la pagina permetti il loro utilizzo. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca qui.

Chiudi